Login
Main menu
 2  1  611
Messaggi visualizzati: da 1 a 2 di 2.
 1

Mercoledì alla riunione NoTube a Rivergaro Gian Marco :D ha portato i volantini sul bellissimo corso per la difesa dei fiumi: 4 serate tra marzo e aprile con tematiche dedicate ai diversi aspetti della vita del fiume per imparare a conoscere, apprezzare, difendere e custodire gli ambienti più preziosi della nostra provincia.


Claudio e Patrizia - Nella natura i profumi, i colori e i suoni si rispondono (Baudelaire)

620
Lun 8 Set, 2014, 8:44 pm
 1

Cittadini a lezione per diventare “custodi dei fiumi” ;) Per conoscere i corsi d’acqua della provincia quattro incontri promossi dalle associazioni ambientaliste. Si parte giovedì 9
«I fiumi sono di tutti,impariamo a conoscerli come fossero cose di casa e impariamo a difenderli come una ricchezza».
E’ questo il senso del minicorso di quattro incontri e una visita guidata sul campo promosso da Legambiente Emilia Romagna Legambiente Circolo Di Piacenza, No Tube, La Goccia Bobbio e Fipsas Piacenza Pesca Sportiva, le associazione che hanno l’acqua come ‘core business’. Il corso per diventare ‘custodi dei fiumi’ è rivolto a tutti noi perché è con l’attenzione di tutti che si ottengono risultati ambientali positivi.
Il corso, che prenderà il via giovedì 9 marzo, è stato presentato dai rappresentanti delle associazioni promotrici Gian Marco Rancati, Fabrizio Binelli, Antonio Fossati, Cosetta D'Isola, Laura Chiappa. Salvo Lavaltrebbia.
Le persone che aderiranno avranno a disposizione anche un kit per poter eseguire il controllo dell’acqua che significa poter verificare alcuni parametri come la torbidità,la quantità di ossigeno disciolto eccetera.
«E’ la prima iniziativa di questo genere - ha spiegato Gian Marco Rancati - e le finalità che ci proponiamo sono due. La prima è far sì che la particolarità e la ricchezza dei nostri fiumi e corsi d’acqua siano più conosciuti dai cittadini. Uno strumento importante anche per diventarne custodi e attenti osservatori dell’ambiente e sentinelle in grado di lanciare le segnalazioni agli enti interessati nel caso si presentassero situazioni particolarmente gravi».
E’ necessario che tutti i cittadini siano formati a questo tipo di controllo che, oltre alla scoperta di bellezze naturali del territorio che spesso non conosciamo, allo stesso tempo permette di esercitare un importante ruolo di cittadinanza attiva. Importante tanto più oggi - aggiunge Laura Chiappa - in un momento in cui lungo i fiumi c’è sempre meno vigilanza. E questo anche a causa della riforma che ha depotenziato le province. Per questo ampliare la possibilità di osservazione non può che essere un vantaggio. Spesso sono i pescatori che, in quanto maggiori fruitori dei fiumi avvisano e segnalano le situazioni di emergenza.

Il programma: Gli incontri che si svolgeranno alle 21 nella sede Irecoop in viale Sant’Ambrogio, 19 inizieranno giovedì 9 marzo.

Primo appuntamento sul tema ‘Qualità delle acque superficiali’ con Elisabetta Russo e Fabrizio Bienlli che parleranno delle norme che regolano gli usi delle acque e il monitoraggio della qualità ambientale.

Secondo appuntamento il 23 marzo su ‘Biodiversità del fiume’ docente Angelo Battaglia, esperto floro-faunistico e Claudio Ghelfi,
al centro dell’incontro la ricchezza ecologica del fiume.

Il 6 aprile si parlerà di ‘Ambiente e morfologia del fiume’, docenti Giuseppe Marchetti geologo, Giuliana Casizzi, naturalista.

Ultimo appuntamento il 20 aprile sul tema ‘Strumenti per la difesa dei fiumi’ docenti Fabrizio Binelli, e Giuseppe Castelnuovo in cui si discuterà dei pericoli che investono i fiumi, delle azioni per difenderli


Claudio e Patrizia - Nella natura i profumi, i colori e i suoni si rispondono (Baudelaire)

620
Lun 8 Set, 2014, 8:44 pm
Messaggi visualizzati: da 1 a 2 di 2.

Powered by ChronoForums - ChronoEngine.com

Associazioni naturiste

Vitto, alloggio e attività

Facebook